Livecity.it: un’avventura underground della critica italiana dal 2002 al 2013

Questo blog nasce dall’esigenza di ricordare a prescindere un sito – Livecity.it – che è stato il più grande progetto indipendente della nostra epoca nel mondo di Internet. Ogni epoca ha avuto i suoi esperimenti e i suoi cervelli che in maniera indipendente usavano i mezzi a disposizione per una condivisione, informazione, critica, lontane dal main streaming e dal modo di fare informazione a livello massificato.

Prima l’editoria, poi le radio, poi le tv hanno svolto nelle epoche parti “underground”, dal 2000 in poi indubbiamente l’indipendent opinion si è sviluppata sul Web.

Con un sito prima completamente personale amatoriale, Federico Armeni ha iniziato un grande progetto di informazione culturale, incontrando e raccontando i personaggi dell’underground romano, bazzicando per i club Jazz, Rock e Blues di Roma (Be Bop, Big Mama, Alexander Platz, Il Mitreo, Villa Celimontana…).

Con l’Università e la formazione per diventare giornalista pubblicista, Livecity è diventato sempre più grande, ha aggiunto sezioni, e ha unito diverse anime al suo interno. Non soltanto Federico Armeni come creatore e redattore, ma anche Alessio Trerotoli, Claudio Cavallaro, Marco Maimeri, Vacho Varela, Alessandra Cavisi, solo per citare alcune delle importanti firme di Livecity.

Dal 2007 c’è stata una versione 2.0 che è rimasta fino al 2013: sono questi 5 anni e qualcosa  che hanno dato a Livecity un vestito nazionale importante, e a portarlo ad essere riconosciuto dai più importanti Uffici Stampa anche fuori dall’Italia (vedi accrediti a Festival internazionali di musica, danza, teatro e cinema).

Nel 2013 la decisione di Federico Armeni di lasciare Livecity.it a un progetto editoriale che potesse prenderne in mano una struttura oramai divenuta troppo importante, oltre che una decisione maturata anche dal cambiamento di attività a livello personale, sempre più rivolta verso la scrittura d’autore e la creazione artistica.

Qui un blog memoria di Livecity, e un ringraziamento a chi ha partecipato a Livecity per tanti anni e chi lo ha sostenuto.

princeroyceconcerto
 

Annunci

7 pensieri riguardo “Livecity.it: un’avventura underground della critica italiana dal 2002 al 2013

  1. Recientemente, la Audiencia Nacional ha sentenciado a múltiples empresas por no llevar este registro argumentando que no es sólo exigible
    si se efectúan horas extras es a tiempo parcial el contrato, sino debe de existir siempre y en toda circunstancia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...