Fiesta 2017 è iniziata: sold out al concerto di Gente de Zona, e cinquemila presenze nel post concerto

Bagno di folla nel prefestivo 1 giugno a Roma, per il live di Gente de Zona, e l’inizio della stagione di “Fiesta!”, una delle rassegne di punta dell’Estate Romana.

Gente de Zona sono ormai un appuntamento fisso del cartellone di “Fiesta!”, e il live di quest’anno ha ricalcato quello dello scorso anno, con l’aggiunta delle ultime hit, come “Si no Vuelves”. Però sia la formula dei grandi successi riarrangiati, sia la scelta di dedicare una parte del concerto ai loro “primi tempi”, con una dominanza quindi di reggaeton, sono state confermate nel live di quest’anno.

“He Llorado como un niño”, “Bailando”, “Ella lo Baila Pegao”, “Imaginalo”, “Traidora”, Si tu te enamoras”, insieme al giocoso momento de “La Macarena”, hanno fatto ballare una platea stracolma fino all’area bar. Un pienone che sicuramente non ha favorito una visione del concerto come si dovrebbe; ma d’altronde si sa, certi eventi di punta non possono essere pensati per pochi, ma anzi vanno sempre incontro a un inevitabile sold out.

Tra l’immensa folla di “Fiesta!” abbiamo scattato qualche foto, che vi regaliamo su Livecity.

La stagione musicale prosegue il 15 giugno con il concerto di DADDY YANKEE, cantante, rapper e attore portoricano, pioniere del genere reggaeton, divenuto famoso in tutto il mondo con il singolo del 2004 La Gasolina .

Il 23 giugno sarà la volta del gruppo cubano LOS 4, riconosciuto in tutto il mondo per lo stile originale costituito da un mix di reggaeton e timba.

Il 24 giugno suonerà a Fiesta JACOB FOREVER, cantante cubano, ex componente dei Gente de Zona, divenuto famoso come solista con la hit Hasta que se seque el Malecon.

Il 13 luglio salirà sul palco di Fiesta il cantante portoricano OZUNA Il Direttore Artistico Mansur Naziri, come sempre attento alle più nuove tendenze del panorama musicale latino, non farà inoltre mancare al pubblico di Fiesta anche alcuni tra i gruppi e gli artisti più nuovi e in voga in questo momento. “Sono convinto che l’integrazione passi dalla conoscenza e da sempre cerco di far conoscere il meglio della cultura latino americana attraverso il linguaggio più immediato che conosco: la musica che parla direttamente al cuore delle persone” dichiara Naziri.

 

Annunci