Il Fascinum… simbolo della devoluzione culturale odierna rispetto a 2500 anni fa?

Visto che pochi giorni fa mi è capitato di visitare il Museo delle Navi Romane a Nemi, facciamo un po’ di cultura, nell’epoca dove si sa tutto di americanate varie e reality show da strapazzo:

https://it.wikipedia.org/wiki/Fascinus

https://en.wikipedia.org/wiki/Fascinus

Il FASCINUS, o fascinum, era un amuleto portafortuna, con oggetto il simbolo fallico. Col tempo, fascino è stato anche il nome che i Romani diedero al dio Priapo, e poi all’attributo sessuale del Dio, a cui si riconobbe valore apotropaico.

Insomma, quando diciamo che un uomo ha fascino, in realtà non ci rendiamo conto che stiamo comunque facendo riferimento a una caratteristica di attrazione derivata da questo oggetto, che appunto aveva la facoltà di portare fortuna e respingere i malefici.

Come ho scritto ne “La Vita è il Viaggio”, con tanto di mia foto fatta a un dipinto con protagonista Priapo, probabilmente duemila e cinquecento anni fa si era più aperti di oggi, dove l’erotismo e la nudità sono cose rifugiate nella censura e in circuiti nascosti, mentre probabilmente era molto più facile prenderla come facevano i romani, che prendevano con un sorriso un cazzo e anzi ci decoravano oggetti e abitazioni (se andate a Pompei potete vedere falli di marmo all’accesso delle case).

Federico Armeni


Annunci