The Revenant: Regia e Fotografia protagoniste di un film su un’America vasta, nascosta e sconosciuta

Se in queste settimane si parla tanto delle statuette degli Oscar, nel frattempo non resta che valutare il film di Alejandro González Iñárritu come una grande pellicola che fotografa una realtà ben precisa, quella storica e geografica attorno alla vita del cacciatore di pelli Hugh Glass, vissuto a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento e che, nel 1823, durante una spedizione commerciale lungo il Missouri, che fu abbandonato in fin di vita dai suoi compagni, riuscendo poi a sopravvivere. E a cercare la sua vendetta…

Protagonista interpretato da Leonardo Di Caprio, che regala l’ennesima grande prova da attore protagonista, per quanto questo film non metta al centro l’attore stesso, ma il paesaggio, il mondo animale e la fauna, che esercitano forse la parte dell’unica protagonista del film: la Natura. Una Natura poco nota per come è stata ritratta, una Natura arcaica e primordiale, dove gli orsi ancora la abitano prima degli umani…

La vicenda storica in sé e per sé non ha un grande appeal sullo spettatore, visto che è la classica storia di abbandono, tradimento e quindi vendetta tra uomini. Dentro c’è il grande conflitto tra gli indigeni di quei luoghi poi colonizzati del Nord America e appunto i colonizzatori europei, e quell’umanità familiare che rende le relazioni tra i vari protagonisti del film più sensibili all’emozione dello spettatore.

The Renevant è un immenso piacere per gli occhi e per l’arte cinematografica, perché sul grande schermo vengono assorbiti scenari unici e poco familiari, con delle scene di natura selvaggia davvero magistrali.

Un film che vincerà necessariamente l’Oscar per la fotografia e la regia, ma per il quale nutriamo fitti dubbi che possa regalare davvero la statuetta a Leonardo Di Caprio, a meno che il film non sia un pretesto per darglielo dopo che forse ingiustamente non era stato preso in seria considerazione per “The Aviator” e “The Wolf of Wall Street”.

Pellicola da vedere e godere al cinema o con un plasma all’altezza. Scordatevi di godervi tanta arte in un microschermo. Il Cinema qui si fa una cosa seria…

Federico Armeni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...