Equilibrio 2016: inizia un nuovo corso per presente e futuro. Dal 9 al 28 Febbraio all’Auditorium Parco della Musica

Dopo 6 anni di direzione artistica di Sidi Larbi Cherkaoui, il Festival Equilibrio segue la sua storia nel nome della danza contemporanea con la produzione dell’Auditorium Parco della Musica: a presentare il programma dell’edizione 2016 è l’Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, José R.Dosal, con un bel carico di entusiasmo.

Entusiasmo giustificato sia dal ricco calendario della dodicesima edizione del Festival, sia per le prospettive future dello stesso, che vedranno sempre di più il programma “incentrato sulla vecchia Europa e sui grandi artisti europei”, come afferma Dosal. L’Auditorium così rinuncia alla figura del “direttore artistico”, ma procede con lo strumento della selezione delle numerose compagnie del quadro nazionale e internazionale tramite il team di produzione.

Ringraziato così Sidi Larbi per 6 anni di grande danza e grandissimi ospiti provenienti da tutto il mondo (sottovalutando però il quadro italiano, delimitato al “Premio”, e mai protagonista del cartellone di “Equilibrio”), Il festival di danza contemporanea più importante del Lazio e uno dei più importanti d’Italia e d?europa riparte da tre tra le più stimate compagnie italiane, cioè Roberto Zappalà, Aterballetto e Virgilio Sieni, sperando che sia soltanto l’inizio di un percorso che vedrà i tantissimi spettacoli prodotti da queste compagnie andare in scena a Roma. Nel caso dell’artista siciliano erano dieci anni che non veniva chiamato per uno spettacolo nella capitale, un vero e proprio scandalo culturale.

Insieme alla ritrovata Italia torna anche la Spagna, che quindi riaccende l’attenzione verso un Sud dell’Europa e una porzione latina della stessa sinora ignorate: coreografie di tre artiste spagnole, Sol Picó, Àngels Margarit e María Muñoz.

Il filone franco-belga tanto caro al precedente direttore artistico è comunque presente con le coreografie di Alain Platel e Frank Van Laecke che insieme al musicista Steven Prengels e alla Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, proporranno un colossal della danza come “En Avant Marche!”. Davvero imperdibile, con tre serate di replica.

Àngels Margarit/cia. Mudances con Capricis esprime in prima italiana il suo linguaggio poetico basato sull’interesse per lo spazio, e si annuncia come un altro spettacolo da non perdere.

Gli italiani sono protagonisti anche con i vincitori del Premio Equilibrio dello scorso anno, cioè Elisabetta Lauro e Piergiorgio Milano, oltre che la migliore interprete Irene Russolillo, che ha scelto di essere diretta dalla grande coreografa Lisi Estaras per questa esibizione all’interno del Festival.

Tutte le info sul sito dell’Auditorium Parco della Musica e sulla sezione dedicata al Festival di Danza “Equilibrio”.

Ricordiamo inoltre che in contemporanea con il Festival è  allestita in “AuditoriumArte” la mostra fotografica di Riccardo Musacchio, Flavio Ianniello e Paolo Porto dal titolo “Equilibrio Fuori Scena”: immagini di figure danzanti scattate nei siti più nascosti dell’Auditorium… persino nei tetti! Da non perdere.

12565365_1020202414714184_3985628773128297718_n

12647449_1020202444714181_9171718090804561112_n
Upper-East-Side-ph.-Alfredo-Anceschi-8-e1454002494539

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...