Gaia Molinari, il mistero dei media e forse delle autorità sul caso della piacentina uccisa in Brasile

Di Gaia Molinari non si sa più nulla. Se cerchiamo su google e su internet, le ultime notizie risalgono alla fine del 2014 e al massimo al primo mese del 2015. La ragazza fu uccisa brutalmente sulla spiaggia in località Jijoca Jericoacoara, a 287 km da Fortaleza, il giorno prima di Natale del 2014.

Da allora non solo non si è saputo più nulla dalla polizia brasiliana e dal mistero degli Esteri italiani, ma una sorta di “silenzio stampa” sembra aleggiare sull’argomento. Di tante centinaia di testate italiane, ci fosse un reporter che è andato ad approfondire la vicenda, che pure oltre a presentare una vicenda triste che fa male al cuore di ognuno, rappresenta anche giornalisticamente un argomento interessante.

Infatti la bellissima ragazza piacentina è stata trovata trucidata tra le dune e i cespugli della spiaggia, con chiari segni di abuso del corpo. Le notizie che arrivano dal Brasile eppure non parlano di abuso sessuale, ma anche se non ci fosse stato abuso sessuale, c’è stato un abuso del corpo, per mero “gusto” di esercitare una violenza. La borsa non è nemmeno stata rubata, dai report che abbiamo trovato non abbiamo capito se con o senza portafogli dentro o cellulare.

Quindi, chi è che dovrebbe voler così male a una turista che sola se ne passeggia il giorno prima di Natale alla scoperta degli incantevoli paesaggi della costa brasiliana, col il suo zainetto, costume e infradito? Chi l’ha uccisa la conosceva o no? Può essere un delitto di passione? La ragazza frequentava qualcuno del posto? Oppure Gaia potrebbe aver fatto uso di droghe e esser venuta a contatto con persone a dir poco raccomandabili? E se non fossero stati conoscenti, chi è che ha voluto aggredire una ragazza sola in questo modo per il gusto di fare una violenza? Non ci sono telecamere o strumenti per identificare qualche persona sospetta in uscita dalla zona quel giorno?

Le indagini non sembrano interessare molto alla polizia brasiliana, ma la cosa più evidente è che i nostri politici sono troppo presi a pensare al Medioriente e altri situazioni limitrofe per badare all’omicidio di un proprio cittadino.

L’Italia deve muoversi anche mediaticamente per fare luce su questo caso, perché è veramente inaccettabile che al 20 gennaio 2016 NULLA si sappia di più rispetto alle notizie di più di un anno fa, e nessuno abbia scritto e documentato i procedimenti in corso per capire chi possa essere stato a interrompere i sogni dell’allora 29enne Gaia Molinari.

Alleghiamo le foto della scientifica brasiliana che ha reso pubbliche le foto del corpo di Gaia, chi è particolarmente sensibile, è pregato di non scorrere fino a fondo pagina. Ma purtroppo, è la triste, tristissima realtà. E va affrontata dalle istituzioni, dai giornalisti, e da noi tutti.

gaia_molinari-mistero

gaia_molinari_coprpo2

gaia_molinari_corpo2

gaia_molinari_corpo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...