“L’invisibile”… racconto di viaggio dal Messico

Racconto di Federico Armeni, dalle terre Messicane

Dopo quaranta e più giorni di viaggio mi rendo conto che avrò passato al pc sì e no 4 o 5 ore. Non di più. Sono riuscito con la forza dell’ispirazione e della necessità a condividere tanti pensieri, perché la scrittura a un certo punto diventa fisiologica. Perché la condivisione è fisiologica.
Questo la dice tutta su come queste pagine siano un punto infinitesimale rispetto alle emozioni vissute e alle immagini viste. Inoltre ci sono cose che è impossibile condividere e che rimangono dentro come una pietra sacra.
Anche la fotografia è un giochetto molto passeggero, in quanto ciò che si fotografa è relativo rispetto all’assoluto che ci circonda. Ci danniamo per fare una bella foto e regalare una espressione che possa essere rappresentativa del nostro stato d’animo, ma alla fine ci rendiamo conto che è solo un tentativo. Un tentativo che vale la pena, ma pur sempre un tentativo. Quell’attimo che prendiamo e condividiamo, rende eterno un momento, che non tornerà mai più.
La prima mattina che mi svegliai a Tulum mi sono imbattuto in una stradina sterrata in mezzo alla foresta, proprio per evitare la strada principale piena di macchine e turisti, e invece darmi la possibilità di vedere qualcosa di diverso.
Dopo dieci minuti un gruppetto di tucani blu e azzurro, con diverse sfumature delle loro penne, con un becco giallo e uno di essi con un frutto rosso in bocca, si imbattono nella mia presenza.
Io intercetto subito la rarità del momento, i tucani mi guardano un secondo e gridano: sono stupiti dalla mia presenza e intuisco non sono abituati alla presenza dell’essere umano. Gridano impauriti e volano subito lasciandomi questa sensazione di essere stato l’unico ad averli visti. Non ho perso tempo a prendere la macchina fotografica, capendo che sarebbero volati in pochi secondi. Mi sono goduto il momento, ma non ho potuto immortalarlo per condividerlo.
Solo nei 7 giorni seguenti capirò che era davvero un momento unico, perché mai più incontrerò i suddetti tucani e soprattutto nessun turista o guida a cui narro l’avvenimento dice di aver mai incontrato tucani in quel tratto di foresta, piuttosto “commerciale”, in quanto troppo vicino ai luoghi abitati, per attrarre i selvaggi tucani.

Questo per dire come nel viaggio ci sono tante cose invisibili che poi alla fine sono quelle che più rimangono nel tuo cuore, perché esclusive e interpretabili come segno del destino. Qui per Tulum ho visto alcuni uccellini gialli meravigliosi, farfalle di colore blu grandi come una mia mano, e persino un fenicottero rosa che mi è volato sulla testa mentre facevo il bagno, evidentemente perso e in cerca del suo gruppo di avventure. Il fenicottero Livingstone, si potrebbe dire!
E poi orde di pellicani e gabbiani di qualsiasi specie e diversi colori (becco, piumaggio e forma delle ali spesso cambiano). Nei cenotes pesci, granchi, aragostine e cavallucci marini, che abitano felicemente queste acque, spesso mescolate a quelle del mare e delle lagune, a volte invece pura acqua dolce su cui sguazzare e rinfrescarsi senza lasciar alcuna traccia di sale.

E poi tutti gli incontri che si fanno, i sapori e gli odori che non si possono descrivere, i momenti solitari in notturna a volte in fronte al mare, a volte sotto una palma a godere del vento e della luce della luna… a volte di giorno all’ombra di un albero, altre volte sdraiato sull’amaca di un ostello dove magnificamente tutte le venti o trenta persone che lo abitano sono raccolte in un piacevole momento di silenzio e ascolto…

IMG_6985

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...